Direzione 2021: il futuro di Saveone, tra store fisico ed esclusive capsule collection

Quello a cui va incontro Saveone è un 2021 che si preannuncia all’insegna di nuove sfide e progetti ambiziosi. In cantiere, infatti, c’è la possibilità di aprire il primo store fisico a Milano, capitale italiana della moda, e il lancio di una serie di esclusive capsule collection. Un orizzonte di successo, che poggia su fondamenta salde: la passione per la moda, il coraggio imprenditoriale e una solida amicizia tra i due fondatori del brand, Andrea e Valerio.

Il 2020 non è ancora finito, ma la moda guarda già al 2021 e forse anche oltre. Chi lavora in questo settore lo sa, non bisogna mai fermarsi, mai smettere di scrutare oltre l’orizzonte. Per questo, Andrea e Valerio, fondatori di Saveone, già da mesi hanno chiari i progetti per l’anno prossimo e ci lavorano senza sosta. In pochi anni, il brand è cresciuto molto e può continuare a farlo. Lo dimostra la sua breve ma intensa storia.

Dagli esordi “social” al lancio del primo e-commerce

Il primo embrione di Saveone vede la luce nel 2016, su iniziativa di Andrea. Nasce sulle ceneri di un precedente tentativo andato male: quattro amici che avevano provato a creare, dal nulla, un nuovo brand di moda. Un’avventura finita presto, perché di quei quattro, dopo poco, era rimasto solo Andrea a portare avanti il progetto. Se ne salva uno, quindi. “Save-one”.  Una consapevolezza che diventa una firma. E (ri)parte tutto quanto.

Il motore, per questo nuovo inizio, è rappresentato dai social. Infatti, le collezioni di Saveone, composte ancora soltanto da bermuda, t-shirt e felpe, vengono vendute esclusivamente tramite Whatsapp e Instagram. A fare da volano ci pensano la popolarità e le abilità comunicative dello stesso Andrea, personaggio televisivo e noto influencer. Il salto di qualità, invece, arriva nel 2017, con il lancio della prima piattaforma e-commerce.

Saveone oggi, un brand con due volti

Lungo questi tre anni, la crescita è stata continua e costante. Oggi Saveone è un brand strutturato, che ha allargato la sua proposta, coprendo tutta la gamma dell’abbigliamento per uomo, compresi accessori e scarpe. E la guida non è più in solitaria, perché ad Andrea si è affiancato Valerio, erede di una famiglia di imprenditori e artigiani della moda da tre generazioni, che ha preso in mano tutte le attività legate al management e alla logistica. L’equilibrio tra una solida amicizia e un proficuo affiatamento professionale funziona, a tutto beneficio dei prodotti offerti.

Lo stile Saveone è sempre più a fuoco. Linee pensate per ragazzi e uomini tra i 18 e i 40 anni, giovani professionisti che vogliono indossare abiti comodi, senza però rinunciare a elementi di tendenza. E poi la cura per i dettagli, il gusto di giocare con i colori e con le trame e di proporre soluzioni con una vestibilità accattivante. Il tutto, cercando di valorizzare al meglio il made in Italy, sfruttando i vantaggi della vendita online, che permette di offrire capi di qualità a prezzi concorrenziali. Caratteristiche che i clienti mostrano di apprezzare, vista la media del 30% di utenti che tornano sul sito per fare nuovi acquisti.

I progetti per il 2021

Le premesse per uno 2021 interessante, quindi, ci sono tutte. E i progetti in cantiere non mancano. Uno riguarda la possibile apertura del primo store fisico firmato Saveone, a cui Andrea e Valerio stanno lavorando da tempo. La location dovrebbe essere Milano, la capitale della moda. L’idea è quella di un negozio che sappia unire reale e virtuale, tenendo fede alla natura e alle origini di un brand che ha fatto online la sua fortuna.

Sul fronte delle collezioni, invece, sono in arrivo una serie di esclusive capsule collection, studiate insieme ad alcuni ragazzi appassionati di moda e ispirate al loro stile. Vere e proprie edizioni limitate, che permetteranno di esplorare diversi territori della moda, spaziando con i gusti e con le identità.